San Sabino Vescovo e Martire

Descrizione

XVIII sec., seconda metà • Chiesa San Sabino • Gildone (CB)

L’opera, inizialmente non inserita nel corpus delle opere dell’artista, è stata riconosciuta come tale in occasione dell’intervento di restauro a cui è stata sottoposta. L’attribuzione a Di Zinno è del resto confermata dal confronto con altre opere dell’artista, in particolare con le sculture raffiguranti San Nicola di Bari realizzate per le chiese di San Severo (FG) e San Giovanni Lipioni (CH). Altrettanto significativo ai fini dell’attribuzione è il riferimento al disegno n. 40 della Raccolta Eliseo raffigurante un Santo vescovo ed un angelo. La posizione decentrata del corpo rispetto alla base, il suo piegarsi verso destra e la posizione del braccio sinistro suggeriscono l’ipotesi della presenza, sul lato sinistro del Santo, di un’altra figura, forse un angelo, e di un pastorale o un libro stretto nella mano. Notevole è la qualità dell’intaglio che emerge dal restauro e dall’eliminazione delle ridipinture, in particolare nel trattamento e nella decorazione della veste e del panneggio, a conferma del valore e della capacità anche tecnica del Di Zinno scultore.

San Matteo Apostolo ed Evangelista
San Giuseppe
Menu